LOST IN THE WEEKEND

www.fashionsobsessions.it , lost in the weekend, cesare cremonini, pinterest, come sopravvivere al weekend, canzoni, riflessioni umane, #fashionsobsessions, @zairadurso, fashion blog, lifestyle blog, blogger, italia

Weekend.
Succede di tutto in un solo weekend, ma non è sempre essenziale che sia un weekend.
Le cose più belle ed importanti della mia vita sono accadute di settimana, ad esempio.
Ci avete mai pensato a quante cose accadono di prima mattina?
Magari quelle mattine dove siete in pieno post sbornia dal weekend appena finito o quelle dove non vorreste nemmeno fare un passo per andare in cucina a prendere l'acqua da sputare a terra tre secondi dopo. Quelle mattine stanche, senza una soluzione, senza un motivo.
Quelle giornate che lo sai già, te lo senti dentro, ti puzzano subito di disastro.
Quelle mattine che te lo senti nelle ossa che ti stanno per portare solo merda, solo sensazioni e sentimenti.

www.fashionsobsessions.it , lost in the weekend, cesare cremonini, pinterest, come sopravvivere al weekend, canzoni, riflessioni umane, #fashionsobsessions, @zairadurso, fashion blog, lifestyle blog, blogger, italia



E magari ti svegli, ti metti a scrivere il solito elenco mentale di stronzate e buoni propositi che poi di buono non hanno assolutamente nulla.
Ma per convenzione, per abitudine, per esperienza, per senso del dovere e moralismo cinico, si dice sempre che è durante il weekend che si prendono le decisioni importanti.
Mi ci vuole un fine settimana per pensarci.
E' la frase che più ricordo dei film americani d'amore, quando uno dei due deve dire qualcosa di importante all'altro, quando deve lasciarlo.
Un fine settimana per pensare, per conoscerci, per essere qualcosa.
I weekend, quelli di riflessione in mezzo alle montagne o di estremo isolamento caotico in città, sono solo un placebo per la vita comune.
La vera riflessione si svolge durante quelle mattine in cui non si capisce assolutamente nulla, tra caos, stanchezza, stress e pesantezza.
La riflessione è il motore primo delle cose belle, ed anche di quelle brutte.

Ci vuole un filino di fegato per rendersi conto di cosa ci succede in quei momenti, perchè, e ve lo dice una che queste cose le affronta spesso, non si capisce perfettamente chi si è, cosa si vuole, cosa si fa nella vita, come ci si deve comportare.
In quelle mattine di freddo o maggese interiore in cui si vorrebbe spaccare il mondo, dove un formicolio strano e maldestro pervade il corpo ed ogni suo lombo.
Ecco, tutto parte dalla mattina.
Crediamo che si cominci dalla sera, dalla fine delle emozioni e dalle notti insonni, ma è sempre dalle mattine che si comincia a rassettare i pensieri e le sensazioni acerbe.
Mattine spente eppure vive come fiammelle in un bosco. Mattine allegre. Mattine solitarie, confuse, piene di bruma; mattine.
Ed i buoni propositi, magicamente scompaiono.

www.fashionsobsessions.it , lost in the weekend, cesare cremonini, pinterest, come sopravvivere al weekend, canzoni, riflessioni umane, #fashionsobsessions, @zairadurso, fashion blog, lifestyle blog, blogger, italia


Come granelli di porporina sotto il peso della colla che si usava nei lavoretti all'asilo, quello che deve volare via, sfugge con la gravità. L'essenziale, l'utile, il vero, il reale, resta.
Resta imprigionato, attaccato, saldamente ancorato al castello di certezze, paure e pressioni che ci siamo costruiti negli anni.
Ed anche una mattina che ci fa pensare di essere degli esseri umani persi nel weekend caotico di alcol e vizi proibiti, è un foglio a cui attaccare il nostro glitter preferito.
Quello bello e buono della vita, della felicità, delle nuove esperienze.


With love, Zaira



STAY TUNED WITH FASHION'S OBSESSIONS




QUANTA VERITÀ C'E' DIETRO ALLE FOTO SU INSTAGRAM?

www.fashionsobsessions.it , zairadurso, influencer, verità dietro alle foto sui social, come si vive da influencer, instagram tips photo, come funziona il mestiere di creator, fashionsobsessions, @zairadurso, pinterest, social media manager


Da quando ho aperto il mio profilo Instagram riecheggia la stessa domanda nei miei Direct: Fai sempre le foto e dopo le posti?
E' una gran bella domanda e necessita di una spiegazione quantomeno consona e degna.
La professione di Influencer o blogger che sia è materia complessa e complicata e non sempre esistono le risposte giuste a tali argomenti.
Come prima essenziale cosa, và ricordato che in quanto professione non è sempre tutto immediato.


www.fashionsobsessions.it , zairadurso, influencer, verità dietro alle foto sui social, come si vive da influencer, instagram tips photo, come funziona il mestiere di creator, fashionsobsessions, @zairadurso, pinterest, social media manager

PROFESSIONE INFLUENCER: SCATTI E POST PRODUZIONE


Personalmente scatto in sequenza.
Lo so, molti di voi adesso diranno che sono una persona falsa ed ipocrita, ma non è facile conciliare un lavoro da illustratrice, la professione di blogger e l'impegno da studentessa.
Scattare in sequenza, sfruttando un giorno dove sono più libera è l'unica soluzione
Creare un feed omogeneo è davvero importantissimo per chi, come me, lavora con i social e crea contenuti di qualità  ( Si spera!).
Per ottenere i risultati cromatici che vedete sul mio profilo e su quelli delle mie colleghe, è necessario un lavoro certosino di organizzazione e programmazione dei singoli post.
Nulla di improvvisato e nessuno scatto senza una logica di fondo.

Ogni foto viene scattata sempre allo stesso orario e con condizioni di luce simile alla precedente. 
Questo per garantire in fase di editing maggiore omogeneità tra gli scatti.
Altro fattore importante ed essenziale è la scelta dei capi indossati.
Nel mio caso, utilizzando un Teal and Orange che ho opportunamente modificato per renderlo più personale, la scelta ricade sempre su toni neutri che risaltano così l'arancio dei miei capelli e di capi complementari blu ed azzurri.
Questi colori infatti, una volta applicato il preset con Lightroom, vengono maggiormente esaltati, dando alla foto un appeal quanto più interessante possibile.

www.fashionsobsessions.it , zairadurso, influencer, verità dietro alle foto sui social, come si vive da influencer, instagram tips photo, come funziona il mestiere di creator, fashionsobsessions, @zairadurso, pinterest, social media manager


INSTAGRAM: QUANTO C'E' DI VERO NELLE FOTO POSTATE?


Un profilo Instagram o Facebook che viene utilizzato per fini lavorativi non sarà quindi trascurato e con foto che per colori, cozzano tra loro. 
Ogni dettaglio viene curato, e per fare ciò, il tempo e lo studio di luci, pose ed accessori risultano quantomai essenziale. Specie se si tratta di una campagna social, dove ci sono delle direttive da seguire per la creazione di contenuti multimediali.
Discorso analogo è da applicare ai contenuti su Stories ed IGTV.
Essi infatti vengono editati con svariate app, dalle più comuni come Unfold a programmi di editing più complessi come Adobe Premier.
Tutto per ottenere dei prodotti finali di qualità, interessanti e performanti.
Prodotti che possano piacere al pubblico e che riscontrino il gusto delle aziende che decidono di investire soldi, tempo ed energie nel nostro lavoro.

www.fashionsobsessions.it , zairadurso, influencer, verità dietro alle foto sui social, come si vive da influencer, instagram tips photo, come funziona il mestiere di creator, fashionsobsessions, @zairadurso, pinterest, social media manager


Non dimentichiamoci che tutto questo, se fatto con passione, cura e dedizione, è un lavoro a tutti gli effetti, con le conseguenti retribuzioni.
Ed il lavoro deve essere sempre fedele alle aspettative del pubblico che ci segue e delle aziende.
Ma questo non implica una mancanza di verità nei contenuti postati.
E' più un lavoro che viene svolto dietro le quinte, qualcosa che il followers non dovrebbe nemmeno percepire e che serve altresì a garantire una longevità al profilo stesso.

Curare gli elementi, rendere il profilo omogeneo, proporre sempre contenuti di qualità e con un livello di base quanto più possibile simile, richiede organizzazione.
Quindi no, non tutte le foto sono postate nell'immediato, di media passano almeno trenta minuti dallo scatto, ma tutto quello che realizzo ( Parlo in linea personale) è quantomai vero, sentito, studiato e profondamente amato.
Perchè un lavoro di progettazione e studio delle luci, delle pose e degli oggetti di decoro, nella maggioranza dei casi, serve a dare, produrre ed ottenere contenuti comunicativi ed espressivi.

With love, Zaira


STAY TUNED WITH FASHION'S OBSESSIONS


UNA VITA CON L'APPARECCHIO ORTODONTICO

www.fashionsobsessions.it - zairadurso- influencer con l'apparecchio - @zairadurso - come vivere con l'apparecchio - come comportarsi con l'apparecchio ortodontico - #fashionsobsessions


Quello che sto per scrivere non è di certo un post che avevo programmato di fare, ma credo sia giusto parlarne.
Lo scorso Ottobre ho deciso di andare dal dentista dopo secoli e di fare un controllo di routine. Dovete sapere che io ho una paura folle e disumana dei dentisti, o almeno, avevo, e che non tollero mi si tocchi il volto se non previa autorizzazione e mille voli pindarici.
Devo trovarmi a mio agio prima che un mio amico, fidanzato ipotetico o anche solo conoscente, mi possa toccare il volto.
Succede che ad Ottobre vado dal dentista e che dopo una breve occhiata ed una panoramica mi invita a tornare il mese dopo per montare l'apparecchio.

Immaginate la mia ansia a tale rivelazione da parte del mio dentista ed il mio sconforto all'idea di dover essere una che lavora sul web con le stelline e tre kg di metallo tra i denti. 
Ho cominciato a vedere tutte le dirette e le foto degli interventi di implantologia ortodonica, l'ansia da prestazione saliva, la voglia di fare delle foto sempre più belle fino alla fine del mese pure, i drammi da denti e dolore non facevano che aumentare all'interno del mio cervello.
Per qualche ora ho invocato pure i cani alsaziani della mia amata Bridget Jones, giusto per venirmi a salvare da tale supplizio.
Inutile dirvi che sono una di quelle persone calme e posate che affronta tutto con calma zen, perchè prendervi in giro non mi piace assolutamente.

www.fashionsobsessions.it - zairadurso- influencer con l'apparecchio - @zairadurso - come vivere con l'apparecchio - come comportarsi con l'apparecchio ortodontico - #fashionsobsessions

APPARECCHIO ORTODONTICO: PRO E CONTRO


Ho cominciato a correre per casa, a chiedermi quali pose ed espressioni facciali dovessi evitare, di tutto per non farlo notare.
I primi giorni è andata così.
Pian piano mi sono resa conto che la mia salute viene prima di foto, video, esperienze simili e pure la remota possibilità di non trovare un fidanzato.
La mia salute, il mio benestare e la  possibilità di vivere fino alla fine dei miei giorni con dei denti bellissimi, dritti e senza difetti mi ha parecchio allettata. Già mi ci vedevo a fare la pubblicità di qualche prodotto bizzarro per la cura dei denti o ad essere una delle nuove testimonial della campagna contro le carie in Italia. Ma esiste davvero una campagna simile? Chissà, da oggi lo aggiungiamo alla lista dei sogni da realizzare.
Il giorno del primo montaggio, volevo morire.
Immaginate sempre me, donna dai nervi di ferro, senza mai un cedimento e con la rabbia facile, seduta per mezz'ora piena su quella sedia, con tre persone a lavorare sulla mia bocca, una luce puntata in volto e senza poter parlare.
Beh, sul non poter parlare, con buona pace del mio dentista, abbiamo ancora da lavorare, visto che riesco a parlare molto bene anche con la sola gola.

www.fashionsobsessions.it - zairadurso- influencer con l'apparecchio - @zairadurso - come vivere con l'apparecchio - come comportarsi con l'apparecchio ortodontico - #fashionsobsessions


Alla fine della giornata, l'unico e solo pensiero nel mio cervello era: " Ma che davvero non posso più mangiare le Lupo Alberto? (Si, sono da sempre le mie caramelle preferite, sappiatelo)
E niente più patatine da supermercato, noccioline, arachidi, pane croccante, bruschette, gelati con la granella e cotolette extra fritte e croccanti? "
Ma il colpo di grazia è arrivato quando mi è stato imposto di non mordere, addentare, agganciare, spezzare coi denti, triturare nulla per i prossimi tre anni circa.
Ecco, immaginate la principessa che è nel mio cuore, non poter mangiare assolutamente nulla, nemmeno per errore. E tre giorni di alimentazione controllata, pappette, snack dal dubbio sapore di morte e l'assenza quasi totale di sapori all'interno della mia bocca.
La vera sfida è stata cambiare la mia alimentazione nel corso dei mesi.

Ho infatti scoperto che non riesco a mangiare l'insalata, che devo rieducare la mia bocca a compiere dei gesti ovvi e banali che per ventidue anni erano stati eseguiti in maniera del tutto errata.
Il primo Natale senza poter mangiare come al solito, un trauma di proporzioni bibliche se sei del sud ed hai da mangiare la quantità di cibo che in media mangiano tre persone, in un mese, in sole tre ore e mezza.
Il primo compleanno con l'apparecchio, la rassegnazione che è sopraggiunta dopo pochi mesi di torture ed operazioni a tre mm dal volto, nemmeno ve la racconto.
A migliorare la situazione ci hanno pensato i miei amici con le loro splendide foto e tanti glitter.

www.fashionsobsessions.it - zairadurso- influencer con l'apparecchio - @zairadurso - come vivere con l'apparecchio - come comportarsi con l'apparecchio ortodontico - #fashionsobsessions


Nel corso dei mesi, chi mi segue sui social si è via via abituato a vedere me con le piccole mutazioni nella mia bocca, prima sopra e poi anche sotto. 
E tante ragazzine hanno cominciato a mandarmi le loro foto con i progressi e raccontarmi le storie di dolore ed anche immensa gioia.
Come quella volta che grazie alla mia amica Daniela ho scoperto come mangiare meglio e come poter oggettivamente barare senza far casini in bocca e concedermi dei mini lussi. O come di quella ragazzina che si è convinta a mettere le stelline perchè anche la sua influencer preferita aveva le stelline in bocca e non se ne vergognava.
Ho anche messo a punto una mini guida per donne di tutte le età con l'apparecchio per sopravvivere al meglio a questo grosso deficit momentaneo.

Per il resto, divertitevi e siate sempre e comunque felici, che l'apparecchio passa, la salute resta.
Curarsi non deve assolutamente essere qualcosa ci mette in una posizione scomoda, e nessuno, nemmeno per scherzo, deve sentirsi in difetto o un freak.


With love, Zaira


STAY TUNED WITH FASHION'S OBSESSIONS



































RIPRENDERE I RAPPORTI CON GLI EX

riprendere i rapporti con gli ex, cose da non fare assolutamente con gli ex, www.fashionsobsessions.it, i disagi del blogging, come affrontare gli ex, zairadurso, zaira d'urso, #fashionsobsessions

Riprendere i rapporti con gli ex è forse la cosa più stupida del pianeta, ma potevo io, ragazzina mai cresciuta ed autrice delle peggiori idiozie della storia non fare una cosa simile?
Suvvia, mi conoscete benissimo, sapete che ormai compiere azioni al limite della stupidità è il mio hobby preferito.
Succede che un giorno a caso, si senta la mancanza viscerale di uno degli ex della propria vita.
Nulla di male direte, ma che succede quando si prova ad avere davvero un rapporto?

RIPRENDERE I RAPPORTI CON GLI EX : COSA NON BISOGNA ASSOLUTAMENTE FARE

La prima cosa da non fare quando si prova a riprendere un rapporto con gli ex è senza dubbio quella d'essere subito grandi amici. Si pensa che sia facile, avendo avuto una storia e conoscendosi benissimo. Ci si dimentica che, il conoscersi a fondo, ci ha anche fatto del male.
E' come aver sfracellato un piatto a terra, anche in malo modo, e poi provare a chiedergli scusa, abbracciarlo e dirgli che va tutto bene, senza colpo ferire insomma. Ma state scherzando vero?
Gli ex non possono mai essere amici.
Nemmeno sulla luna. Ci sarà sempre qualcuno che vorrà staccare la testa all'altro, e questo non sarete di certo voi a cambiarlo in tre secondi. Anche se fingiamo che sia tutto ok, uno dei due detesterà sempre l'altro.

riprendere i rapporti con gli ex, cose da non fare assolutamente con gli ex, www.fashionsobsessions.it, i disagi del blogging, come affrontare gli ex, zairadurso, zaira d'urso, #fashionsobsessions


Riavvicinarsi agli ex, in ogni contesto e situazione, è una grandissima cazzata.
Peggio dei calzini con le dita, delle Birkenstock con le calze di spugna il 15 Agosto.
Peggio della carbonara scotta e della pancetta al posto del guanciale.
E' eresia pura e cruda.
Stavolta non vi darò un manuale chissà quanto dettagliato sulle cose da fare, da dire e cosa succederà, solo un piccolo monito, frutto di capocciate personali, delusioni ed ore infinite di litigate, treni persi, ore vuote e discussioni così infruttuose da stendere un cavallo.
 Non avvicinatevi, nemmeno per errore, nemmeno per caso, neanche in caso di guerra nucleare ad uno dei vostri ex. Il dolore inflitto in passato, credetemi, torna sempre a galla. E le questioni insolute torneranno a tormentarvi.


RIPRENDERE I RAPPORTI CON GLI EX : LE COSE GIUSTE DA FARE


Come si dice qui in Sicilia, "Unni t'ha fattu a stati, ti fai u 'nvernu" (Dove ti sei fatto l'estate, fai l'inverno).  Avete fatto vostro questo detto, vero?
Allora prendete tutte le vostre energie, quel briciolo di dignità che vi resta e la forza disumana per dire di no a chi cerca di starvi ad un passo dal cuore, e scappate. Anche se il vostro cuore vi dice che è la persona giusta, la situazione ideale, e mille altre menate del tipo. Se siete ex, un motivo di fondo ci sarà e le minestre riscaldate, i piatti insipidi, le cose senza una logica, hanno una fine. Devono avere una fine, per il bene della vostra salute mentale ed anche per voi stessi.
Come Forrest, correte quanto più lontano vi riesce.
Per stavolta, pericolo schivato.


With love, Zaira


STAY TUNED WITH FASHION'S OBSESSIONS